Post taggati Minimalismo
5 riflessioni e 1 dritta sulla serie tv di Marie Kondo

Lunedì scorso abbiamo guardato insieme la prima puntata della serie TV di Marie Kondo “Facciamo ordine” basata sul suo libro “Il magico potere del riordino”.

Ho pensato di riunire qui i punti più importanti di cui abbiamo parlato per riassumere un po’ il discorso.

  1. Ricordiamoci di ringraziare: Marie Kondo all’inizio del percorso ringrazia la casa, per noi potrebbe essere un gesto strano, sembra quasi stia pregando, ma è davvero commovente, se ci pensiamo. Spesso diamo per scontate molte cose nella nostra vita, fra cui la casa che abitiamo, ricordarci di quanto sia prezioso avere una casa di cui prenderci cura, forse potrebbe ricordarci di quanto siamo importante donarle amore.

    Una ragazza durante la live ha commentato: “La nostra casa siamo noi e noi siamo la nostra casa, più amore ci metti più amore ti dà”

Ulteriori informazioni
Dieci oggetti che non compro più

Non è semplice parlare di non comprare e rinunciare a qualcosa quando ci troviamo a vivere in una società così consumistica che non fa altro che continuare a proporci l’ultima novità in ogni ambito. Basti pensare che i negozi di catene di fast fashion hanno circa cinquantadue collezioni all’anno, una per ogni settimana. Sembra che se non si ha questo o quell’oggetto ti manca qualcosa e non sei adeguato. Da tempo ho cambiato atteggiamento. Quando entro in un negozio guardandomi intorno mi domando di cosa posso fare a meno. Ammiro gli oggetti nuovi di zecca e penso a ciò che a casa ho già e il più delle volte mi rendo conto che la maggior parte delle cose non mi servono davvero. Questo nuovo modo di guardare le cose e di approcciarmi ad ogni oggetto in maniera diversa mi ha veramente insegnato a dare più valore a quello che ho già, a prendermi cura degli oggetti che ho, a sistemarli se si rompono, talvolta a dargli nuova vita se posso e a fare acquisti ben ponderati. Se a questo uniamo una consapevolezza nuova, il rispetto per l’ambiente e la voglia di acquistare qualcosa fatto in maniera etica che rispetti le materie prime di provenienza e i lavoratori, ogni piccola cosa assume una grande importanza e un maggior significato che va oltre l’oggetto in sé. Ecco alcuni oggetti che non compro più e perché.

Ulteriori informazioni