Prepariamo il Calendario dell'Avvento!

 

Il Natale si avvicina e ad accompagnarlo vi sono meravigliose tradizioni che allietano l’attesa di grandi e piccini.

INIZIA+LA+SCUOLA!+(2).png

Anch’io amo inserire nella mia vita rituali e tradizioni che accompagnano il passare delle stagioni e che spero si conservino nel cuore dei miei figli come bei ricordi della loro infanzia, così che un giorno chissà… forse anche loro ripeteranno con i loro figli.

Una delle consuetudini che più mi piace in tema natalizio è proprio quella di fare il Calendario dell’Avvento. Il Calendario dell’Avvento ha origine nei paesi del nord Europa. La storia narra che il piccolo Gherard Lang, un bimbo tedesco nato alla fine dll’800, fosse sempre molto impaziente di festeggiare il Natale e chiedesse ogni giorno alla sua mamma: “Quando arriva Natale? Quanti giorni mancano ancora alla festa?”. La mamma del piccolo, forse stanca di sentire ogni giorno la stessa domanda, un anno decise di cucinare dei biscotti speziati tipici del periodo natalizio. Li divise in 24 piccoli sacchettini e ne diede uno al giorno al piccolo Gherard, dal 1 dicembre fino alla vigilia, in modo che fosse facile anche per lui rendersi conto dei giorni che mancavano alla festa.

L’idea piacque così tanto al bambino che la mamma la ripeté ogni anno per tutta la sua infanzia. Divenuto grande, nei primi anni del 1900, Gherard sviluppò l’idea della madre e, rielaborando la consuetudine casalinga, realizzò il primo Calendario dell’Avvento, stampando un cartellone con 24 finestrelle che le mamme avrebbero potuto riempire di biscotti, dolci e cioccolata per aiutare i bambini a vivere l’attesa. 

In realtà, oggi come ieri, anche chi non è particolarmente religioso o credente, attende il Natale come una festa da trascorrere in famiglia. E certamente i più piccoli sono quelli che avvertono maggiormente la frenesia dell'attesa dei doni, della festa, in una crescente atmosfera di magia che culmina nella notte di Natale, dove tutto appare possibile. Così il Calendario dell’Avvento consente di rappresentare graficamente l’attesa e di viverla in modo allegro e gioioso, in un crescendo di suspense fatta da piccoli anticipi di doni e dolcezze.

Ma il Calendario dell’Avvento è anche e soprattutto un bel momento di aggregazione familiare che ci accompagna a vivere la magia del Natale facendoci tornare tutti, di nuovo, un po’ bambini. Io stessa mi diverto un sacco a realizzarlo, a pensare a cosa poter nascondere dietro le varie caselline e ad immaginare le corse dei miei bimbi la mattina presto in pigiama per scoprire la sorpresa del giorno.

In fondo al post troverai un video con il nostro calendario dell’avvento e alcuni consigli su come realizzarlo. Per chi fosse a corto di idee c’è anche un file da scaricare gratuitamente con un po’ di suggerimenti sui pensierini da inserire nelle caselline.

Mi raccomando non rinunciare a questa bella tradizione perché come disse Gotthold Ephraim Lessing filosofo e favolista tedesco “L’attesa del piacere è essa stessa il piacere” ed è forse proprio in questo che si cela il successo del Calendario dell’Avvento.

So che noi mamme siamo tutte sempre molto impegnate ma spero che questa possa essere una bella occasione per divertirti insieme ai tuoi bimbi e regalare loro momenti che un giorno potranno ricordare con gioia!

Raccontaci nei commenti qui sotto il tuo calendario dell’avvento saremo felici di leggerlo! Un bacione!

Anna